Residente non domiciliato a Malta

come diventare residente non dom a Malta

.

Lo status di non dom per l’ordinamento maltese.

.

nb-expert-100-100

Nomad Bill 26.02.2016

Se non conosci lo status di residente non domiciliato, detto anche non dom, prima di proseguire vai a leggere questo articolo in cui lo descrivo in dettaglio.

Per il diritto maltese un residente non dom è un cittadino non maltese che ha stabilito la propria residenza a Malta, diventare domiciliato è una procedura differente per cui è necessaria una richiesta da parte del un cittadino straniero. Quindi, se sei italiano, sarai considetato non domiciliato a meno che tu non decida di diventare anche domiciliato.

Come si diventa residente a Malta.

Prima di parlarti dei benefici dello status di non domiciliato è necessario che ti descriva come è regolata la residenza.

Esistono diverse modalità per acquisire la residenza a Malta se sei un cittadino EU:

  1. Ordinary Residence: residenza ordinaria per imprenditori, professionisti o per chi a mezzi per l’autosufficienza economica anche senza lavorare;
  1. Retirement Programme: per i pensionati;
  1. Highly Qualified Persons: per professionisti di alto profilo che lavorano in specifici settori;
  1. Highly Net Wealth Individuals: per chi ha già disponibilità di un capitale rilevante.

Nel prosieguo di questo articolo ti parlerò del primo caso che è quello in cui si trova la maggior parte degli stranieri residenti a Malta, prossimamente scriverò anche degli altri casi.

Ordinary residence a Malta

Se sei un cittadino italiano e scegli di trasferire la residenza, entro 6 mesi dal tuo arrivo a Malta, devi presentare richiesta presso il Dipartimento di E-Residence.

Dovrai portare con te i documenti di identificazione,  dimostrare di avere un indirizzo in cui risiedi, per esempio un appartamento in affitto, e di essere autosufficiente economicamente.

Per mantenere la residenza fiscale a Malta, non c’è un limite minimo di giorni che devi trascorrere obbligatoriamente nello Stato, come avviene per la Gran Bretagna o l’Irlanda. Quindi in teoria, una volta acquisita la residenza, puoi vivere girando il mondo anche per l’intero anno. Tuttavia, è necessario disporre di una abitazione in affitto o di proprietà sull’isola.

Questo ti concede molta flessibilità rispetto ad altri Stati ma devi stare attento a non trascorrere più di 182 giorni in Italia, altrimenti l’Agenzia delle Entrate potrebbe contestarti il cambio di residenza e non riconoscere il tuo trasferimento con le conseguenze che puoi immaginare.

Quando fai richiesta di residenza, devi dimostrare di poter provvedere alle tue esigenze economiche e sanitarie.

Per farlo ci sono due diverse opzioni:

A. Auto sufficienza economica

Per i single è necessario un capitale di 14.000€, per le coppie sposate di 23.300€.

Inoltre devi avere una assicurazione sanitaria privata per non gravare sul sistema sanitario nazionale.

B. Lavoro autonomo o dipendente

Per i single è necessario un reddito settimanale minimo di 92,32€, per le famiglie sale a €108,63€ più 8,15€ per ogni figlio. No, non ho sbagliato a digitare, se siete in 4, 2 adulti e 2 bambini, ti basta dimostrare un reddito mensile di 500€ e per lo Stato maltese la tua famiglia sarà considerata autosufficiente economicamente.

Se scegli questa seconda opzione puoi evitare anche di fare l’assicurazione sanitaria privata, e si possono verificare 3 scenari:

  1. Se trovi un lavoro a Malta dovrai necessariamente fare richiesta del numero di social security, l’INPS di Malta, e il tuo datore di lavoro ti verserà i contributi che coprono l’assistenza sanitaria.
  2. Se apri una attività in loco, per esempio un ristorante, dovrai iscriverti alla social security e dovrai versare i contributi.
  3. Se invece svolgi un attività online le tue opzioni aumentano, nel senso che puoi aprire una partita IVA o una società a Malta e pagare le tasse regolarmente oppure puoi aprire una società in un altro Stato e farti pagare un compenso mensile come amministratore della tua società estera. In questo secondo caso, pagherai a Malta la normale tassazione solo su quello che ricevi sul conto corrente locale come amministratore, mentre quello che rimane all’estero sarà esentasse.

Trattamento fiscale del residente non dom a Malta.

 Il residente non domiciliato a Malta paga la tassazione standard su:

  1. I redditi percepiti come dipendente di una società maltese;
  2. I redditi prodotti in loco come lavoratore autonomo o se ha una società a Malta;
  3. I redditi prodotti all’estero successivamente alla data in cui diventa residente e trasferiti a Malta;
  4. Il capital gain¹ ottenuto dalla vendita di beni mobili ed immobili detenuti a Malta;
  5. L’eredità mortis causa dei beni immobili detenuti a Malta.

Il residente non domiciliato a Malta non paga tasse su:

  1. I redditi percepiti come dipendente di una società non maltese se non li trasferisce a Malta;
  2. Il clean capital² detenuto prima della data in cui diventa residente anche se li trasferisce a Malta;
  3. Il capital gain¹ ottenuto dalla vendita di beni mobili ed immobili che non sono detenuti a Malta anche se percepiti dopo la data del cambio di residenza trasferimento ed anche se li trasferisce su un conto corrente maltese.
  4. I regali tra vivi o eredità mortis causa esclusi gli immobili detenuti a Malta.
  5. La tassa sugli immobili di proprietà, la tassa sui rifiuti e non esiste il canone TV.

.

NOTE

1. Capital Gain: In italiano plusvalenza è la differenza tra il costo di vendita e quello di acquisto di una azione, obbligazione, strumento finanziario o anche di un immobile, un terreno ed in generale di un bene di proprietà.

2. Clean Capital: E’ il capitale accumulato prima del trasferimento di residenza. E’ importante fare attenzione a non mescolarlo con i redditi generati successivamente al trasferimento, quindi è consigliabile detenere questo capitale su un conto corrente separato, in caso si percepiscano interessi sarà utile aprire un conto gemello su cui far confluire i soli interessi che non saranno considerati come clean capital perché percepiti successivamente al trasferimento.

.

I contenuti del blog sono gratuiti, ti chiedo in cambio solo una cortesia.

Metti mi piace sulla pagina Facebook, clicca il bottone qui sotto.

Per me significa tanto. Grazie.

.

facebook button

.

Se l’articolo ti è stato utile e vuoi approfondire, ti consiglio di leggere i 3 articoli qui sotto.

.

Da residente non domiciliato in Irlanda, puoi vivere per sempre senza pagare imposte sui redditi personali. Ti basta viverci 140 giorni ogni anno. Non c'è alcun requisito economico iniziale.

Da residente non domiciliato in Gran Bretagna, puoi vivere per 6 anni senza pagare imposte sui redditi personali. Ti basta viverci 46 giorni l'anno. Non c'è alcun requisito economico iniziale.

Condividi questo articolo con i tuoi amici.

Pubblicato in DOVE ANDARE, HOME NEW, MALTA, NON DOM ANGLOSASSONE, NON DOM GB, NON DOM IRLANDA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*