Prestazione occasionale per cliente estero senza partita IVA

.

domanda lui celeste 100> Paolo 03.02.2017

Ciao Bill, 

sono residente in Italia e mi occupo di realizzare siti internet. Non ho ancora la partita IVA perché fino a fine 2016 ero assunto come dipendente da una agenzia. Qualche giorno fa mi ha chiamato una società estera e mi ha chiesto di realizzare un sito, il preventivo ammonta a 2.000 euro per un lavoro che richiederà circa 15 giorni. Posso eseguire il lavoro senza aprire la partita IVA visto che sono sotto il limite dei 5.000 euro? Se fosse una società italiana so già che potrei usare la ritenuta d’acconto ma trattandosi di una azienda estera non so come procedere.  

.


nomad-bill-100-100>
 Nomad Bill 03.02.2017

Ciao Paolo, 

è possibile effettuare prestazioni occasionali per clienti esteri senza aprire la partita IVA, se l’incasso non supera i 5.000 euro e se la singola prestazione non supera i 30 giorni di durata. Nel caso di committente estero, non può essere applicata la ritenuta d’acconto del 20%, come accade invece quando il cliente è una azienda italiana. Quindi devi fare ricevuta al lordo cioè per 2.000 euro  e portare questi introiti in dichiarazione dei redditi come prestazioni occasionali di tipo accessorio. Informa comunque il tuo commercialista italiano di quanto stai per fare e chiedi conferma anche a lui di quello che ti ho consigliato, sarà comunque necessario informarlo in fase di dichiarazione dei redditi.

.

Torna a BILL RISPONDE

.

Se è la tua prima visita al blog e sei a digiuno della materia, ti consiglio di leggere i 5 articoli qui sotto, sono fondamentali per comprendere tutto il resto.

.

Internazionalizzare la tua posizione fiscale e finanziaria è fondamentale se vuoi essere al riparo dalle alterne fortune politiche ed economiche di uno Stato. Comprendere le strategie legali a tua disposizione è diventato necessario.

Ciascuno dei circa 200 Paesi esistenti adotta un sistema di tassazione differente. Possiamo raggrupparli in 3 macro categorie: territoriale, di residenza e di cittadinanza. Quale è il più conveniente?

.

Condividi queste informazioni con i tuoi amici.